Dall’una all’altra tasca

Lascia un commento

aprile 21, 2016 di saramonteverde

VphpThumb_generated_thumbnailjpgolume scoperto in una bancarella di vecchi libri che mi ha sorpreso. Brevi racconti, alcuni un po’ noir, ma lievemente ironici, a volte cinici, sarcastici. Protagonisti uomini e donne comuni di una Praga degli anni ’20, ’30 ormai lontanissima come scenario ma sorprendentemente vicina nella sua umanità. Capek, scopro, è scrittore boemo (1890 – 1938) e quasi dimenticato ma autore di un racconto di fantascienza quando questo genere era pressochè agli albori. Tanto da inventare insieme al fratello Josef, scrittore e pittore il termine robot. Deriva dal ceco “robota” che sta per corvée: il lavoro obbligatorio e forzato della durata di due o tre giorni richiesto dai feudatari ai servi della gleba durante il Medioevo. Karel scrive R.U.R. Rossum’s Universal Robots un’opera teatrale destinata a segnare il secolo.
E come annota Luca Colferai “Inquietantemente i robot di Karel Capek sono già cyborg, organismi cibernetici. Purtroppo Josef Capek scomparve durante l’occupazione nazista della Cecoslovacchia. Fatto sparire dai robot interamente biologici della Gestapo”

Annunci
»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

claudiobraggioetpoldo

leggere e scrivere come atti di pura resistenza

circospetto! genova da un altro punto di vista

genova da un altro punto di vista

Polvere da sparo

Sono figlio del cammino, la carovana è la mia casa _Amin Maalouf_

Panirlipe's Weblog

pensieri rari e furtivi

Sono Solo Scarabocchi

Gli Scarabocchi di Amneris Di Cesare

fazzolettodicleopatra

Just another WordPress.com site

Impariamo il giapponese!

Ciao! sono Coco giapponese, impariamo il giapponese insieme!

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Tamai

Just another WordPress.com site

Bici al Pesto

Tanti ingredienti, 1000 ricette per vivere Genova in bici!

Dear Miss Fletcher

With a proper background women can do anything. (Oscar Wilde)

Anemmu in bici a Zena!

Let's go to Genoa by bike! urban bikers in hilly cities are closer to heaven ! ;-)))))

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: